La motivazione apparente delle sentenze tributarie

La Motivazione apparente Corte di Cassazione 6 Civile Ord. n. 28146/2021 depositata il 14/10/2021 Fonte normativa: artt. 36 e 61 del D.L.vo 31 dicembre 1992 n. 546, (per la Cassazione in relazione all’art. 360, comma 1, n. 4, cod. proc. civ.,) Giurisprudenza: Cass., Sez. 6^, 14 ottobre 2021, n. 28146/2021,…

Continua

Carenza di motivazione della sentenza nullità

La Sentenza Tributaria non motivata è nulla Cass. 20803/2020 del 30/09/2020 Nulla la sentenza per violazione dell’art 112 cpc e 26 d.lvo 546/1992 , in relazione all’art 360 1° comma nr 4 cpc, quando il Giudice omette  di pronunciarsi sulle questioni sollevate. Secondo il consolidato orientamento della Cassazione «L’omessa pronuncia…

Continua

Motivi assorbiti da riproporre entro 60 giorni con controdeduzioni

Processo tributario: I motivi assorbiti vanno riproposti con le controdeduzioni entro 60 giorni dall’appello principale. Cassazione 5 sezione tributaria sentenza 10502/2021 del 21/04/2021 I difensori dei contribuenti devono stare molto attenti per l’orientamento della suprema Corte di legittimità, in virtù della quale i motivi assorbiti e non valutati dal giudice…

Continua

Il Giudice tributario ha l’obbligo di fare i calcoli per rideterminare la pretesa

I giudici tributari hanno l’obbligo di fare i calcoli non possono demandare all’agenzia delle entrate, in questo modo vengono meno al loro dovere di controllo. Cass. sentenza n.3080/2021 del 09/02/2021 Il processo tributario non ha natura esclusivamente impugnatoria e di legalità formale, ma di «impugnazione-merito», in quanto diretto ad una…

Continua

La validità della circolare dell’agenzia delle entrate

La circolare ministeriale costituisce una mera  interpretazione di una norma di legge, non vincola nè il contribuente, nè il giudice tributario, l’eventuale legittimo affidamento alla circolare errata o rivista, comporta la non applicazione delle sanzioni, ma il tributo è sempre dovuto. Cassazione SS.UU.  Sentenza n. 23031/2007 – Cass.  n. 20819/2020…

Continua

Ipoteca e fermo non interrompono la prescrizione delle cartelle

L’ipoteca e il fermo dell’agenzia entrate riscossione non sono atti idonei ad interrompere  la prescrizione delle cartelle a cui si riferiscono perchè non costituiscono un atto espropriativo, ma cautelare. Molto spesso in Commissione Tributaria l’agenzia entrate riscossione con una notifica di un ferno o di un ipoteca, sostiene di aver…

Continua

Silenzio assenso, cartelle nulle CTP Crotone sent. n.848.02.21 dep.10.06.2021

Quando le cartelle possono essere annullate con silenzio assenso La sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Crotone  n.848/02/21 dep.10/06/2021 Una società faceva richiesta di annullamento al concessionario della riscossione del Comune per l’annullamento dell’IMU per diversi anni. A tale richiesta il Comune non ha dato alcun seguito. Successivamente riceveva ngiunzione…

Continua

La crisi di liquidità non è considerata causa di forza maggiore lo sarà anche con il covid 19?

Nessuna sanzione per crisi di liquidità provata, insindacabile la decisione dei giudici di merito in sede di legittimità Cassazione sez. 5 Tributaria sentenza n. 15415/2021 del 03/06/2021 Tale sentenza non è assolutamente condivisibile, cone del resto tutto l’orientamento della Cassazione, in virtu del quale se l’imprenditore paga i dipendenti e…

Continua

Il sostituito non paga se il sostituto non versa la Ritenuta per cui ha diritto allo scomputo

Cassazione Sezioni Unite  sentenza 10378/19, pubblicata il 12 aprile 2019 Negli ultimi anni l’agenzia delle Entrate per raggiungere meglio i propri obiettivi di entrate si è letteralmente scatenata su questi controlli, se non avete le certificazioni delle ritenute niente paura, per ottenere il diritto allo scomputo delle ritenute  basta esibire…

Continua